Alcatel-Lucent aggiorna la rete del National Physical Laboratory (U.K) per supportare la scienza del futuro

Il National Measurement Institute aggiorna la connettività cablata e wireless per supportare l’eccellenza nella ricerca anche negli anni a venire

/PP14/02/14 – Il National Physical Laboratory (NPL), centro di fama internazionale con sede nel Regno Unito per la ricerca scientifica e lo sviluppo di standard di misurazione utilizzati in ambito scientifico, ha scelto Alcatel-Lucent (Euronext Paris e NYSE: ALU) per svolgere un importante aggiornamento della propria infrastruttura IT. La rete dovrà gestire, ora e in futuro, il volume sempre crescente di dati scientifici che richiedono un’elevata ampiezza di banda a causa dei modelli utilizzati dagli scienziati del National Physical Laboratory nel realizzare gli esperimenti più innovativi.

/PPDal momento della sua fondazione nel 1900, il National Physical Laboratory e i suoi scienziati sono stati responsabili di una lunga lista di innovazioni, tra cui l’invenzione del radar, il primo orologio atomico al cesio al mondo, e la tecnologia di packet switching. Alan Turing, l’uomo che è riuscito a violare i codici della macchina Enigma durante la guerra, ha anche realizzato uno dei primi progetti per uno stored-programme computer durante la sua permanenza al National Physical Laboratory.

/PPPer rispondere alle esigenze dell’ambiente scientifico del National Physical Laboratory, le reti di comunicazione dovevano essere in grado di ospitare una quantità crescente di dati, un maggiore volume di file condivisi e garantire lacrescita futura dei suoi laboratori. L’aggiornamento dell’infrastruttura di rete include un backbone IT da 10Gb che offre a 700 dipendenti e visitatori 3.500 end point cablati nei laboratori e negli uffici. La soluzione offre anche la funzionalità Power over Ethernet (PoE) e una rete wireless nelle aree comuni e in quelle dedicate ai meeting.

/PPA proposito dell’infrastrutturaBRL’infrastruttura prevede l’implementazione dello stackable Gigabit ethernet switch, dell’OmniSwitch 6850E per l’accesso e dell’OmniSwitch 6900 per il core, quest’ultimo progettato per offrire una rete application fluent e consentire operazioni ottimizzate, controllo automatizzato e architettura resiliente.

/PPLa soluzione è stata implementata da Freedom Communications, un partner di canale di Alcatel-Lucent con un’incredibile esperienza in telefonia IP, voce, contact center, servizi convergenti voce e dati e Unified Communication.

/PPAlcatel-Lucent è una delle aziende leader nel campo delle reti cablate e wireless in diversi mercati, tra cui istruzione, hospitality e sanità, con clienti che includono il St. Anne’s College dell’University of Oxford, l’Hotel La Tour e il super ospedale (£430m) del North Bristol NHS Trust.

/PPSpokespersonBRClaire Moore, Responsabile IT del National Physical Laboratory, ha commentato: “Questa nuova rete sta preparando il National Physical Laboratory per il futuro, offrendo la possibilità di gestire la grande mole di dati prodotta durante le nostre ricerche. Adesso abbiamo una rete più affidabile, che include 3.000 end point utilizzati dalle 700 persone del nostro staff. Vedremo ancora maggiori benefici con il passare del tempo, poichè si tratta di un progetto realizzato pensando anche alle esigenze delle ricerche future”.BR
/PB©info/B Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? BRLeggi come procedere
pa href=”http://www.freeonline.org/cs/com/alcatel-lucent-aggiorna-la-rete-del-national-physical-laboratory-u-k-per-supportare-la-scienza-del-futuro.html” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento