Coltivazione invernale degli spinaci

Tra le specie di ortaggi facilmente coltivabili già verso la fine dell’inverno, gli spinaci sono tra le più semplici e disponibili in molte varietà diverse.PBRIMG title=”spinaci in inverno” alt=”spinaci in inverno” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=300 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=300 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12289/data/spinaci.jpg”Gli /spinaci//, conosciuti anche con il nome di Spiancia Oleracea,/EM sono degli ortaggi molto diffusi, appartenenti alla /famiglia delle Chenopodiacee,// spesso coltivati in modalità faidate all’interno del proprio orto. /Facili da crescere,// sono molto diffusi nelle regioni del Nord Italia e coltivati in aree con temperature medio temperate.

/PPGli spinaci sono verdure che non sopportano lunghi periodi di siccità, ma, anzi, prediligono una giusta dose di umidità, tanto che possono essere facilmente coltivati anche in pieno inverno.BRLo spinacio è una
/Pianta di tipo annuale,// con un rapido sviluppo.BRAll’interno della specie, vi sono piante che presentano fiori di tipo maschile e altri di tipo femminile, poiché sono piante dioiche.

/PPBRLa coltivazione degli spinaci /durante il periodo freddo,// a meno di zone dove la temperatura non scenda mai sotto i 5 gradi, può essere effettuata utilizzando tunnel e serre apposite, dove le prode dell’orto sono in realtà coperte con teli e materiali specifici, per aumentare e mantenere costante la temperatura.

/PPIMG title=”coltivazione degli spinaci” alt=”coltivazione degli spinaci” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=350 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=235 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12289/data/spinaci_1.jpg”Per avere una raccolta abbondante e non tutta insieme, è bene effettuare una semina scalare. Quindi andrà effettuata ogni due o tre settimane, in un terreno ben sistemato e sciolto, fresco e concimato a dovere. Il
/PH// è preferibile che sia compreso /tra 6 e 7,// ma senza un’eccessiva presenza di azoto. Questo, infatti, può arrivare a bruciare le sostanze nutritive. Meglio, allora, seminare gli spinaci su un terreno già precedentemente/ coltivato e ben concimato,// così da sfruttare le sostanze benefiche residue.

/PPLa semina va effettuata in maniera regolare, con una distanza sufficiente per avere la crescita migliore. Meglio procedere per file, con una distanza di 10 cm e infilando i semini in piccoli solchi larghi circa 1 o 2 cm. Le file, poi, dovranno essere distanziate almeno 30 cm.BRPerché le piante germinino velocemente, la temperatura ideale da raggiungere nei tunnel e nelle /serre,// è di circa/ 15 gradi.// Nonostante gli spinaci resistano al freddo invernale, evitare sbalzi di temperatura e correnti d’aria, anche improvvise, è preferibile, per non limitare o rovinare la germinazione, soprattutto nei primi periodi.
/PGli spinaci sono degli ortaggi a foglia verde, che presentano varietà diverse a seconda della specie. Il terreno, come già detto, deve essere sciolto e se non è tale, può essere incrementato con torba e sabbia di fiume pulita, in modo da aiutare il drenaggio dell’acqua, non solo delle prime innaffiature ed evitare, così, marcescenze. I semi possono essere acquistati nel centri di giardinaggio o anche online, ad esempio presso/ ///Ingegnoli///,// scegliendo tra le numerose varietà. PInoltre, sempre per favorire l’areazione del terreno di base, si può procedere con un rastrello e un po’ di /sarchiatura,// per togliere ed eliminare le erbe infestanti e le erbacce.

/PPAttenzione alla posizione di semina. Se gli spinaci vengono posizionati in zone troppo soggette alla /luce del sole diretta,// il rischio è che si /brucino le foglie//, anche se, questa eventualità, è possibile più durante il periodo compreso tra la primavera e l’estate.

/PPGli spinaci producono circa/ dalle 4 alle 6 foglie// per piantina: Il taglio va effettuato con un coltello affilato o una forbice, evitando di toccare il germoglio centrale, che potrebbe inficiare la crescita successiva e la produzione di nuove foglie.

/PPBRIMG title=”Spinaci Malabar” alt=”Spinaci Malabar” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=368 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=500 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12289/data/01_basellaalba2.jpg”Forse non tutti sanno, poi, che esistono anche delle varietà di spinaci di tipo rampicante. Si chiamano Basella Alba,/EM meglio conosciuti come spinaci Malabar, sempre di tipo/ a foglia//, della famiglia delle Basellaceae. Sono delle piante di origine indiana e asiatica, che prediligono un clima caldo – umido e che alle nostre latitudini possono/ crescere solo o quasi in serra// e con quantità limitate. Al contrario degli altri tipi di spinaci, la crescita è piuttosto rapida e avviene per parti giovani e tenere, ovvero quasi esclusivamente i germogli.

/PPGli/ spinaci Malabar// si possono moltiplicare non solo
/Per seme//, ma anche per/ talea dei germogli.// I semi si possono facilmente recuperare direttamente sulla pianta durante il periodo estivo, oppure /online// o in centri specializzati. La raccolta dei semi diretta avviene grazie alla grande
/Produzione di fiori// e possono essere seminati in un semenzaio caldo durante l’inizio della primavera, previa notte in ammollo, per aiutare la germinazione futura. Le piantine di spinaci vanno poi tenute sempre in un contesto umido, con una temperatura che non scenda mai sotto i 15 gradi° C.
/P
pa href=”http://www.lavorincasa.it/articoli/in/giardino/coltivazione-invernale-degli-spinaci/” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento