Come agire in caso di furto o smarrimento delle targhe auto

PIMG alt=”Come agire in caso di furto o smarrimento delle targhe auto”
Chi di noi sarebbe in grado di reagire con prontezza di fronte ad un caso di furto o /smarrimento delle targhe// dell’auto? Sembra un’eventualità così remota da non meritare nemmeno di essere presa in considerazione, e invece, casi del genere, sono più frequenti di quanto si possa pensare. Vediamo quindi cosa fare quando ci troviamo in una contingenza simile.
/P/Assicurati di avere a portata di mano:// Denuncia al Corpo di Polizia o Carabinieri Documenti vari Versamenti Targa provvisoria

/PP1 Appena ci rendiamo conto che la nostra automobile è priva della targa (o delle /targhe//, se ad essere assenti sono sia quella anteriore che quella posteriore), la prima operazione da fare è effettuare la denuncia entro 48 ore presso il /Corpo di Polizia municipale// della zona. Provvederemo  a fornire i nostri dati personali, quelli della nostra /auto// e racconteremo tutto ciò che può essere utile ai fini del ritrovamento della targa.

/PP2 Una volta effettuata la denuncia (che verrà redatta su un modulo fornitoci dalle autorità competenti in sede), bisogna ricordarsi di ritirare la ricevuta dell’atto appena compilato. BRI tempi di attesa, prima di ricevere notizie circa un potenziale ritrovamento della nostra targa, variano dai 15 ai 20 giorni, per cui è necessario munirsi di molta pazienza.

/PP3 Trascorso questo tempo, se purtroppo l’esito è negativo, bisogna recarsi presso il /Dipartimento dei trasporti// terrestri e qui ritirare il modulo per fare la domanda di richiesta di nuove targhe e di nuova immatricolazione, in quanto è assolutamente vietato dal /Codice della Strada// circolare senza un codice identificativo costantemente presente e leggibile a tutti.  A tale domanda andrà allegata un’autocertificazione attestante la denuncia effettuata presso il corpo di Polizia, la vecchia carta di circolazione e le tre ricevute di /versamento// previste.. 

/PP4 Ora è indispensabile recarsi alle Poste per assolvere ai /versamenti//, utilizzando direttamente i bollettini prestampati dei c/c oppure, in alternativa, procurandoceli presso la ex- Motorizzazione. BREcco quali e di che entità sono: versamento di €9,00 sul cc 9001, versamento di €29,24 sul cc 4028, attestazione di versamento di 50,16 sul cc 25202003 intestato all’ACI – Automobile Club d’Italia – Economato Generale – Servizio di Tesoreria, via Marsala, 8 – ROMA 00185.

/PP5 L’ultimo pagamento per ottenere la targa, deve essere fatto sul c/c 121012 intestato al Ministero dei Trasporti (€39,71). Come si evince, l’intera trafila per ottenere una /nuova targa//, non solo ci porterà via abbastanza tempo, ma sarà anche particolarmente esosa.BRIn ogni modo, una volta effettuati i versamenti, dobbiamo fotocopiarli, unirli ai documenti precedentemente menzionati, e allegare il tutto alla domanda di richiesta di “Reintegro targhe, libretto ecc..” presso il Dipartimento dei Trasporti.

/PP6 In attesa che la nostra nuova targa ufficiale venga preparata, potremo continuare a circolare con la nostra auto a patto che, da soli, avremo provveduto a creare una targa provvisoria. A tal fine, risulterà utile impiegare un foglio di cartoncino F4, a sfondo bianco, della stessa misura della vecchia targa, dove, con un pennarello nero indelebile, scriveremo gli stessi numeri e lettere della targa dispersa o rubata. BRIn un secondo momento, applicheremo la targa provvisoria con nastro adesivo sul vetro posteriore, dalla parte interna dell’auto.

/PP7 Dopo una settimana circa, ci verranno rilasciati contestualmente la nuova targa, la nuova carta di circolazione e il nuovo certificato di proprietà. Questa noiosa e lunga operazione, in verità, può essere assolta anche da un’Agenzia di Pratiche automobilistiche (quale un’autoscuola) ma questo comporterebbe una spesa aggiuntiva di 50 euro, somma che si aggiungerebbe ai numerosi versamenti già effettuati in precedenza. Per questo motivo, è consigliabile munirsi di molta pazienza e provvedere da soli all’intero iter burocratico per poter risparmiare quanto più e possibile.

/PPIl /furto// della propria autovettura è uno dei reati più odiosi dei quali si può … vai alla guida »

/PPSpesso capita che, per /effetto degli agenti// atmosferici, a causa di un incidente o semplicemente … vai alla guida »

/PPNell’avvicinarti alla tua /auto//, lasciata in strada, ti sei accorto che ti hanno rubato sia … vai alla guida »

/PPCi sono delle situazioni in cui potrebbe essere utile, se non addirittura indispensabile, risalire al … vai alla guida »

/PPEbbene si, è successo anche a voi: a furia di sopportare urti nei parcheggi e … vai alla guida »

/PPLa legge attuale inerente i /ciclomotori// (/art// 52/1 del codice della strada), definisce i ciclomotori … vai alla guida »

/PPI contenuti di questo sito sono scritti direttamente dagli utenti della rete tramite la piattaforma O2O
/PO2O è il marketplace web di contentuti del gruppo Banzai

/PP© Copyright 2011 Banzai Media S.r.l. P. IVA 05791120966 Tutti i diritti riservati
/P
pa href=”http:/
/Pianetamotori.liquida.it/come-agire-in-caso-di-furto-o-smarrimento-delle-targhe-auto-24290.html” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento