Come scegliere una stufa elettrica economica

Fa freddo e la vostra casa è una ghiacciata, vero? Se avete qualche falla nel sistema di riscaldamento, la prima opzione che vi sarà venuta in mente è quella di ovviare alla cosa acquistando una stufa elettrica. Certo, però, che consumi! Le stufe elettriche, se non scelte con cura, possono rappresentare una spesa proibitiva in bolletta, per questo motivo cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Prima di tutto, se avete una stufa elettrica vecchia di 10-15 anni, molto probabilmente sarà il caso di buttarla perché eccessivamente energivora: quasi di certo sarà un stufa elettrica a resistenza – uno dei primi modelli messi in commercio – ma anche se ancora funzionante sarà un peso in bolletta.

Molto più economiche sono le stufe alogene, grazie alle quali il calore si diffonde a seguito del riscaldamento delle lampade alogene stesse. Sono tra le più economiche, sia a livello di spesa d’acquisto, sia a livello di consumo energetico. Ottime sono anche le stufe elettriche con lampade al quarzo, i cui consumi possono essere uguali o leggermente superiori a quelle delle stufe alogene.

Capaci di riscaldare un ambiente alla perfezione sono, invece, le stufe elettriche ad infrarossi. Sono anche le più care a livello di spesa, ma il calore che forniscono ad un ambiente è decisamente ottimale.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: