Come sopravvivere al pranzo di Natale con i parenti

A Natale siamo tutti più buoni. O forse no? Forse, così dovrebbe essere, ma sappiamo tutti cosa vogliono dire queste feste: parenti e pranzi e cene infinite. Genitori, fratelli, sorelle, nonni, nipoti, cugini e zii e chi più ne ha più ne metta: qualunque sia la vostra età, nessuno è al riparo dai parenti. Ma come sopravvivere al pranzo i Natale con i parenti?

Beh, non è mica semplice, ma proveremo a darvi comunque qualche dritta per mandare giù la pillola ed essere preparati.

Per prima cosa, evitate – per quanto è possibile – le discussioni. Per molti non sarà facile, perché è abbastanza normale che ci sia un po’ acredine con qualcuno, ma la cosa giusta da fare in questa situazione è, se presi alla sprovvista da qualche frecciatina, abbozzare un sorriso e cambiare discorso. Il tempo o i film di Natale da vedere al cinema possono essere argomenti che mettono tutti d’accordo.

Domande di rito per giovani e meno giovani sono: “Allora, il fidanzato?” oppure “Quando ti sposi? Quando ti laurei?” oppure “Come mai ti sei lasciato/a?” oppure una delle più tremende “Sei ingrassato/a?”. In questi casi, un improperio è quasi d’obbligo, ma vale la stessa raccomandazione di sopra: cambiare argomento e, appena potete, defilatevi per impegnarvi in altro, anche che sia solo occuparvi della differenziata.

Naturalmente, non mancherà né la poesia dei piccoli dei casa, né qualche parente che alzerà un po’ il gomito. Cercate di non lasciarvi trascinare né dalla noia né dal nervosismo, ma bevete anche voi un bicchiere in più e defilatevi – ancora una volta – millantando una telefonata alla quale rispondere o da fare assolutamente.

Ricordate: per sopravvivere al pranzo di Natale con i parenti la parola d’ordine è RESISTERE!!!!! Buone feste!

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche:

 

Sorry. No data so far.