Come eliminare i pidocchi e uova definitivamente con rimedi naturali

È uno dei “drammi” che le mamme si trovano da affrontare periodicamente: i pidocchi. Soprattutto con l’inizio della scuola, sembra quasi che non ci si possa esimere dall’affrontare una situazione del genere. Ma come eliminare i pidocchi e uova definitivamente? In questa guida parleremo principalmente di come farlo con rimedi naturali, perfetti sia per i bambini più delicati, che per le donne in gravidanza.

Prima di tutto, però, cerchiamo di capire come prevenire i pidocchi e, soprattutto riconoscerli!

Pediculosi del capo: come riconoscerla?

Non è molto difficile riuscire a riconoscere i pidocchi, anche se per essere sicuri occorre una lente di ingrandimento per verificare che effettivamente si sia davanti a dei parassiti.

Come sono i pidocchi, dunque? Del tutto simili alla forfora come dimensioni e colore, li si può riconoscere innanzitutto perché camminano sui capelli. Nei primi giorni di vita questi parassiti sono molto piccoli (non vanno oltre 1 mm in genere) e di colore chiaro, quasi bianco. Così come le uova, che sono poi la “parte” più difficile da debellare. Nell’arco di circa 10 giorni, invece, i pidocchi tendono a crescere e a scurirsi, raggiungendo anche le dimensioni di 3-4 mm.

Ad ogni modo, ci sono dei segni inequivocabili che permettono di riconoscere la presenza di pidocchi sul capo:

  • prurito molto intenso del cuoio capelluto;
  • leggeri rigonfiamenti di colore rosso sulla testa, ma che possono estendersi anche a collo e spalle;
  • tali rigonfiamenti possono produrre liquido o presentare delle croste;
  • presenza di puntini bianchi (le uova) difficili da togliere sul cuoio capelluto.

Se notate uno o più di questi sintomi, allora state pur certi di avere i pidocchi.

Prevenire i pidocchi: si può?

Un tempo si pensava che la pediculosi fosse una causa della scarsa igiene, ma a quanto pare non è affatto così. Il “passaggio” dei pidocchi da una testa all’altra avviene solo ed esclusivamente per contatto, ecco perché i bambini, abituati a spingersi e a giocare tutti assieme, sono i bersagli più colpiti. Anche il contatto, per esempio fra i cappottini messi sull’appendiabiti a scuola, può essere causa di trasmissione.

La prevenzione dai pidocchi può essere attuata mediante rimedi naturali e non, visto che non si può evitare che i bambini siano a stretto contatto fra loro. Utilissime sono le capsule di aglio, un repellente naturale per i parassiti, ma che può essere un problema per via dell’età dei piccoli: quanti bambini sanno deglutire una pillola? Pochi, immagino!

Come piano B, possiamo invece realizzare una mistura di olii essenziali, mescolando in parti uguali lavanda, eucalipto, timo e bergamotto: fatto ciò, dovrete solo mettere ogni giorno qualche goccia di questo prodotto sulla fronte del bambino e sulla nuca, in prossimità dell’attaccatura dei capelli.

Inoltre, anche in farmacia vendono degli spray appositi perfetti per la prevenzione dei pidocchi.

Come eliminare i pidocchi con rimedi naturali

Se poi i pidocchi li avete già presi, allora bisogna correre ai ripari. Diciamo che non sempre i rimedi naturali per debellare i pidocchi sono efficaci come quelli chimici, soprattutto perché le uova, chiamate lendini, sono davvero coriacee.

Come per la prevenzione, anche per eliminare i pidocchi naturalmente bisogna usare gli olii essenziali. Considerate che prodotti quali il timo, l’organo, l’ylang-ylang, l’olio di neem, la noce di cocco e l’anice hanno proprietà anti- microbiche e insetticide perfette per la causa, anche perché i pidocchi, essendo degli insetti, non hanno polmoni, quindi sono più difficili da abbattere. Questi olii, usati puri o in miscela precisa, provocano invece una crisi respiratoria nei pidocchi eliminandoli tutti.

Perfetti sono da usare l’olio di neem puro e/o una miscela composta da anice, noce di cocco e ylang-ylang, ma in erboristeria ci sono anche prodotti già dosati e pronti da usare.

Una volta realizzata/comprata la mistura, mettetela sul cuoio capelluto e sulla lunghezza dei capelli. Avvolgete il capo in una fascia anti-pidocchi specifica (ma andrà bene anche una cuffietta per la doccia) e lasciate in posa per un’ora. Risciacquate abbondantemente con uno shampoo per pidocchi. Poi, usate un pettinino di metallo per eliminare uova e pidocchi morti.

Altri rimedi naturali per eliminare i pidocchi, come l’aceto e la maionese, non hanno nessuna evidenza scientifica di riuscita, ma appartengono più che altro alla tradizione popolare.

Come eliminare le uova di pidocchio

I rimedi naturali, sebbene non dannosi, non riescono ad eliminare del tutto le temibili uova di pidocchio. Non resta, dunque, che fare affidamento sul pettinino di metallo specifico per parassiti, quello a denti stretti. Usatelo quotidianamente sui capelli infestati e attenzione alla pulizia: dopo ogni uso, il pettine dovrà essere pulito con molta cura, perché il rischio di contagio è davvero molto alto.

In rete ho però scovato anche un altro consiglio per eliminare con rimedi naturali le uova di pidocchio, ovvero quello di usare una piastra elettrica: quanto pare, l’alta temperatura della piastra uccide le uova. Usatela con molta cautela, poiché le uova si trovano proprio a ridosso del cuoio capelluto! Una volta stecchite le uova, ricorrete al pettine di metallo e procedete come al solito.

(fonte foto: pixabay.it)

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: