Come far capire a un ospite che non é desiderato

PIMG alt=”Come far capire a un ospite che non é desiderato”
Di solito per “ospite” s’intende una persona che viene chiamata ed ospitata dal
/Padrone di casa// per passare un po’ di tempo assieme. A volte, però, accade che alcune persone si auto-ospitino in casa degli altri e questo, al padrone di casa, potrebbe dare fastidio anche se, magari, le /intenzioni dell’ospite// non sono fini a se stesse. Guardiamo questa /situazione da parte del padrone// di casa: come può far capire ad un ospite che non è desiderato? Ecco alcuni /esempi// per far capire ad un ospite di non essere gradito.

/PP1 Un modo potrebbe essere quello di assumere un atteggiamento “freddo”, di distanza nei confronti “dell’indesiderato”; in che modo? Rispondere alla sue domande o all’argomento che sta trattando in maniera disinteressata, facendo di tutto per far durare la conversazione il minor tempo possibile dando risposte secche o, addirittura, non rispondere affatto. Purtroppo, comportandosi in questa maniera, si potrebbe dare all’ospite una brutta impressione, passando da persona scortese ed indisponente.

/PP2 Un altro modo, il più efficace e delicato, potrebbe essere, dopo averli “accolti” in /casa// con un sorriso, quello di fingere un malessere (/mal di denti//, mal di testa, /etc//.) talmente /acuto// da non riuscire neanche a parlare e che, quindi, avete un /disperato bisogno di assoluta silenziosità//, riposo e quiete; in questo modo, però, l’ospite potrebbe preoccuparsi della vostra salute quindi è necessario tranquillizzarlo dicendogli che avete avuto una giornata o una /serata pesantissima//. Liquidatelo con un abbraccio e un “ci sentiamo appena sto meglio”.

/PP3 L’ultimo modo potrebbe essere quello di fingere un /impegno inderogabile// (di lavoro, con la /fidanzata//, con gli amici, etc.) che si terrà a breve, scusarsi con chi vi è venuto a trovare in casa rassicurandolo e dicendogli che vi potrete risentire in un secondo momento, con più calma, per potervi organizzare e passare un po’ di tempo assieme.  A questo punto potete accompagnare l’ospite alla porta e raccomandarsi, per fargli capire che ci tenete, di sentirvi il prima possibile.. 

/PP4 Questi sono solo tre /esempi// che potete usare per mandar via l’ospite indesiderato ma non sempre dobbiamo trovare delle scuse o assumere un atteggiamento per farglielo capire; per alcune persone occorre essere, ahimè, diretti e dire, senza tanti giri di parole, che la loro presenza non è gradita semplicemente perché la loro compagnia non vi fa
/Piacere// in quel momento. Sicuramente facendo così, senza vender per buona la scusa del malessere, la persona indesiderata ci rimarrà male, quindi quest’ultimo esempio sconsiglio di usarlo nei confronti di persone a cui volete bene, ma usatelo piuttosto con chi non vi va proprio a genio.

/PPCercare di stupire gli /ospiti// è un desiderio che tutti i
/Padroni di casa// hanno. … vai alla guida »

/PPAccogliere un /ospite in casa// è sempre un /momento piacevole di condivisione//, ma per far … vai alla guida »

/PPIl /galateo//, come tutti sappiamo, è un /insieme// di regole con cui si identifica una … vai alla guida »

/PPEssere con degli amici a
/Pranzo//, a cena o ad un /semplice aperitivo// è certamente … vai alla guida »

/PPTi sarà capitato di preparare un
/Pranzo// o una /cena importante// per un /invito particolare//. … vai alla guida »

/PPPerdere una
/Persona cara// comporta sicuramente il /dolore// più grave e difficile da superare. In … vai alla guida »

/PPI contenuti di questo sito sono scritti direttamente dagli utenti della rete tramite la piattaforma O2O
/PO2O è il marketplace web di contentuti del gruppo Banzai

/PP© Copyright 2011 Banzai Media S.r.l. P. IVA 05791120966 Tutti i diritti riservati
/P
pa href=”http://odiami.pianetadonna.it/come-far-capire-a-un-ospite-che-non-e-desiderato-195808.html” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento