Come fare a scegliere i rilevatori antifumo per la casa

La maggior parte degli incendi mortali si verificano durante la notte, mentre le famiglie dormono. Posizionare  in posizione strategica i rilevatori di fumo in casa vostra ridurrà le probabilità di morire in un incendio del 50%.

L’installazione di rilevatori in casa è un processo relativamente semplice. Tuttavia, ci sono alcune linee guida da seguire per garantire che essi siano il più efficaci possibile. Seguire sempre le istruzioni del produttore in quanto saranno redatte per il vostro modello specifico.

  • Numero di rilevatori di fumo . Determinare il numero di rivelatori di cui ha bisogno. Di solito se ne posiziona uno per ogni camera della casa, oppure uno per ogni livello della vostra casa (compreso il seminterrato). Anche in eventuali lunghi corridoi o in altre zone isolate della casa sarebbe opportuno posizionarne qualcuno. Per quanto concerne la cucina oppure il locale caldaia vi sono specifici obblighi legislativi sulla sicurezza ed è sempre consigliabile nel qual caso si vogliano apporli ugualmente, predisporli nello stipite esterno al fine di non farli intervenire ogniqualvolta fate della carne!
  •  Acquista i tuoi rilevatori di fumo . In primo luogo, assicurarsi che un laboratorio di analisi indipendente abbia testato e approvato i modelli che volete acquistare. È possibile fare una semplice ricerca on-line per assicurarsi la sua legittimità. Ciò garantirà che il rilevatore è stato testato ed è sostenuto da una terza parte obiettiva.

Poi si dovrà scegliere che tipo di acquisto. Ci sono molti tipi di rilevatori di fumo . È possibile scegliere tra batteria e via cavo. Un rilevatore a batteria è l’opzione più comune. Basta inserirele batterie, apporre al muro o al soffitto l’apparato e il gioco è fatto.

Si dovranno periodicamente controllare le batterie. In genere i rilevatori lo segnalano, quindi si dovrebbe avere un ampio preavviso, quando è il momento di sostituire le batterie. Come minimo, le batterie dovrebbero essere sostituite una volta all’anno, per assicurarsi un corretto e sicuro funzionamento..

Altri rilevatori non richiedono una batteria. Se si opta per rilevatore di fumo a presa, è necessario assicurarsi che la spina sia correttamente inserita nel muro e in una posizione che non possa essere rimossa inavvertitamente.

Con i rivelatori cablati, è importante non collegare il filo di alimentazione ad una presa che può essere attivata da un interruttore. E’ sempre consigliabile per il montaggio di apparati di sicurezza affidarsi a istallatori qualificati.

  1. Installare i rilevatori di fumo . Ogni modello è diverso, quindi assicuratevi di consultare le istruzioni del produttor prima del montaggio. Tuttavia, la maggior parte sono facili da montare e richiedono semplicemente un trapano e un cacciavite. Una volta deciso dove vuoi posizionarlo, basta misurare la distanza tra i fori del rivelatore, forare il soffitto a quella stessa distanza, quindi utilizzare viti per fissare il sensore alla parete o al soffitto. Come accennato in precedenza, se si sta utilizzando un modello a presa, assicurarsi di fissare la spina nella presa di corrente.
  2. Mantenere il vostro rilevatore di fumo . Assicurarsi sempre che i rivelatori siano efficenti. Di solito è possibile premere un pulsante sulla parte esterna del rivelatore per eseguire un controllo di corretto funzionamento. Consultare il manuale di istruzioni per assicurarsi che lo si sta testando correttamente.

Si consiglia di pulire il rilevatore (e assicurarsi che sia privo di detriti) almeno una volta l’anno. A questo punto, si dovrebbe anche cambiare le batterie se sono alimentati a batteria e testarli per assicurarsi che stanno ancora lavorando. Ricorda che si dovrebbe mai dipingere su un rilevatore di fumo .

Se installerete correttamente i vostri rivelatori e li manterrete in modo corretto potrebbero rivelarsi il miglior investimento che abbiate mai fatto.

 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: