Come fare car pooling per andare a lavoro

Il car pooling sta prendendo sempre più piede anche in Italia. Si tratta di un modo ecologico, comodo e “social” per recarsi al lavoro o viaggiare condividendo l’auto con altri passeggeri. In rete – e basta fare una piccola ricerca per rendersene conto – ci sono diverse associazioni ed agenzie che organizzano car pooling fra utenti, ma in realtà anche nel proprio piccolo si può organizzare un sistema del genere. Vediamo allora assieme come fare car pooling per andare a lavoro nel modo più semplice possibile.

Car pooling sul web

Come accennato, basta fare una piccola ricerca in rete per rendersi conto di quante agenzie vi siano che fanno da tramite per questo tipo di servizio. In realtà, noi vi consigliamo di andare sul sicuro preferendo un sito serio come AutostradeCarPooling.it, ovvero il sito ufficiale di Autostrade per l’Italia. Qui ci si potrà registrare con i propri dati e cercare i possibili compagni di viaggio più vicini a casa propria che compiono il tragitto di nostro interesse.

Naturalmente, Autostrade per l’Italia non dà la certezza matematica di incontrare solo persone “a posto”, ma di certo è una sicurezza in più. Intanto, è sempre consigliato cercare di conoscere prima i compagni di viaggio e assicurarsi – possibilmente – che abbiamo una vettura adeguata al trasporto. Stesso discorso se siete voi che offrite un passaggio mediante car pooling.

La sezione Consigli utili di questo sito va letta attentamente: è un vero e proprio vademecum di cose da fare e da tenere a mente.

Car pooling da organizzare da soli

Si può organizzare una piccola rete di car pooling anche fra amici e/o conoscenti. Non è raro che ogni giorno si incontrino sulla metro o nel bus sempre le stesse facce che scendono alla stessa vostra fermata: magari ci scambiate anche due chiacchiere. Se la zona di lavoro lo consente, provate a chiedere la disponibilità a organizzarsi con mezzi propri dividendo le spese.

Ognuno di voi dovrà rendere disponibile la propria auto a giorni prestabiliti, mentre tutti dovranno pagare carburante ed eventuale pedaggio. È più semplice a dirsi che a farsi, provate già domani ad organizzare il vostro car pooling!

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: