Come fare per rendere la casa sicura per un bambino

L’arrivo di una bambino in casa, soprattutto se poi è il primogenito, può rendere sicuramente molto apprensivi i neogenitori che avranno una grande responsabilità nei confronti del piccolo bebè e per questo dovranno necessariamente rendere la casa sicura, soprattutto, quando inizierà la fase del gattonare e del girovagare e scrutare la casa per preservarne l’incolumità.

Ricorda di sistemare tutti i prodotti che potrebbero essere pericolosi e dannosi se ingeriti o se a contatto con la pelle e gli occhi, in armadietti chiusi a chiave o in zone più elevate fuori dalla portata del bambino. In particolare custodire con la massima sicurezza medicinali, detergenti, detersivi, smacchiatori e prodotti per la pulizia della casa, solventi per vernici, pesticidi, erbicidi per la disinfestazione e la manutenzione ed, infine, cosmetici.

Installare chiusure di sicurezza su armadietti e cassetti che contengono oggetti pericolosi o fragili, vetro, forbici, coltelli ed oggetti affilati in quanto punti di attrazione e preferiti per i più piccoli.

Sistemare mensole molto più in alto ed eliminare nell’arredamento tavolinetti con oggetti che possono essere facilmente rotti.

Comprare tappi di sicurezza per le prese elettriche, in modo da evitare che i più piccoli vi introducano le loro piccole dita o qualche altro oggetto. Mettere fiammiferi ed accendini in un cassetto chiuso a chiave.

Anche la solita scelta delle piante di appartamento deve essere valutata, infatti, molte potrebbero essere velenose come ad esempio il filodendro, la poinsettia, la digitale; oppure fiori quali narcisi o crochi.

Sistemate opportunamente attrezzature specifiche come quelle per il giardinaggio, la pesca o la caccia in zone della casa opportunamente tenute a chiave quali cantine o soffitte.

Non lasciare piccoli oggetti a portata di bimbi, come ad esempio monetine, incidenti banali e comuni fra le pareti di casa sono le prime cause di lesioni gravi o morte come ad esempio il soffocamento.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: