Come imballare del materiale fragile nel modo giusto

Se state per traslocare o semplicemente dovete conservare/trasportare un oggetto fragile, è bene che questo venga sistemato con cura nella sua custodia. Dopo tanto tempo, però, non sempre si dispone dell’imballaggio originale dell’oggetto, quindi si deve ripiegare su altro. Ecco qualche dritta su come imballare del materiale fragile nel modo giusto.

In molti consigliano di sistemare gli oggetti fragili avvolgendoli in fogli di giornale vecchi, ma non sempre questa soluzione è la migliore. L’utilizzo dei giornali va di solito relegato a cose piccole, poco ingombranti, che possono essere avvolte più e più volte nella carta. Ad ogni modo, io non mi sentirei molto tranquilla ad incartare un oggetto prezioso come, ad esempio, una bomboniera in swarovski.

Molto meglio sarebbe acquistare un rotolo di plastica da imballaggio, il Pluriball, quello con le classiche bolle ripiene d’aria che fanno da cuscinetto e da protezione ai vostri oggetti fragili.

Procuratevi dello scotch da imballaggio e tagliate un foglio dalla plastica che sia abbastanza da contenere l’oggetto e da permettere anche un ulteriore giro di protezione. Avvolgete l’oggetto con la plastica e bloccate il tutto con lo scotch.

Mettete, poi, l’oggetto così imballato in una scatola di cartone che riesca a contenere per intero l’oggetto, ma che non sia troppo grande. Se si tratta di più oggetti delicati da inserire nello stesso cartone, allora foderate la scatola con la plastica da imballaggio. Inoltre è sempre consigliato riempire il resto del cartone con delle palline di giornale arrotolato: prendete un foglio e accartocciatelo su se stesso (se occorre, bloccatelo con dello scotch).

Adesso, chiudete la scatola con dello scotch e scrivete ben visibile, su tutti i lati “fragile”.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: