Come liberare il naso chiuso e congestionato con e senza medicinali

I periodi freddi o i repentini sbalzi di temperatura delle mezze stagioni sono il momento ideale per buscarsi un bel raffreddore. Sebbene non vi sia una cura efficace e veloce per questo disturbo così diffuso, in alcuni casi, come quando sopraggiunge una vera e propria congestione nasale, sopportare un raffreddore diventa davvero complicato. Ci sentiamo senza forze, stanchi anche senza far nulla, incapaci di respirare bene e, in alcuni casi, anche con qualche decimo di febbre.

I rimedi utili per liberare il naso chiuso sono tanti, alcuni prevedono l’utilizzo dei classici rimedi della nonna, quindi tutti naturali, altri invece fanno ricorso ai medicinali da banco, quelli ottenibili anche senza la prescrizione medica.

Allergia o raffreddore?

Esattamente come abbiamo specificato nel post in cui davamo consigli su come curare il raffreddore in gravidanza, anche qui bisogna capire se il naso chiuso è dovuto ad una allergia oppure si tratta davvero di raffreddore.

Se normalmente soffrite di allergia, è probabile che ci sia qualcosa nell’aria che vi disturba: infatti, non solo la primavera è la stagione incriminata, in quanto durante tutto l’anno ci sono spore allergizzanti.

In tal caso, un antistaminico può fare al caso vostro, così come pure uno spray al cortisone, come il Nasonex. Naturalmente, tali medicinali vanno presi solo sotto prescrizione medica. Si sconsiglia di assumere farmaci non avallati dal proprio medico di famiglia o dall’allergologo.

Congestione nasale: che fare? I rimedi della nonna

Prima di far ricorso ai medicinali, è bene provare i classici rimedi naturali per cercare di aprire un po’ il naso e respirare meglio. Tali consigli sono utili non solo in caso di raffreddore, ma anche per i soggetti allergici che possono abbinare la normale cura farmaceutica con questi rimedi naturali e quindi senza controindicazioni di sorta.

Vediamo quali sono i migliori rimedi naturali per la congestione nasale:

  • Suffumigi: un classico, sempre utile. Basterà una bacinella con acqua calda in cui andrete a sciogliere una manciata di sale grosso o di bicarbonato. Poi, coprite il capo con un asciugamano e respirate i suffumigi quanto più potete.
  • Soluzione salina: altro non è che acqua e sale. Potete sia farla voi a casa, che acquistare un pratico spray in farmacia. Non ha controindicazioni ed è inutile per i neonati e i bambini col raffreddore.
  • “Compresse tiepide”: non si tratta di medicinali, ma di un semplice asciugamano bagnato da posizionare sul naso e sugli occhi. Prendete un asciugamano di piccole dimensioni e bagnatelo in acqua molto calda. Distendetevi e posizionate l’asciugamano su naso e occhi. Rilassatevi. Quando la compressa comincia a freddarsi, ripetete l’operazione.
  • Idratazione: bevete molto, specie bevande calde.
  • Fare la doccia: in questo caso, lavarsi non centra nulla, in quanto sono i vapori della doccia o del bagno ad avere un effetto distensivo sulla congestione. Restate qualche minuto in più in bagno dopo la doccia così da respirarne i vapori.
  • Riposo: è un toccasana per tutto, anche per il naso chiuso. Prima, però, eseguite alla lettera uno o più di questi rimedi e poi riposatevi al caldo.

Naso chiuso: che medicinali prendere?

Oltre alla soluzione salina che, sebbene non sia un medicinale viene venduta in farmacia, un aiuto concreto viene dai classici spray nasali come la Rinazina, a base di nafazolina un farmaco simpaticomimetico impiegato come decongestionante. In commercio vi sono diversi spray nasali: scegliete con l’aiuto del farmacista quello più adeguato rispetto alle vostre esigenze. Importante è però non abusarne, così come per tutti i medicinali.

Utile è anche il caro vecchio Vicks, soprattutto nella sua versione VapoRub o Flu-Action, quest’ultima perfetta se temete si tratti di un principio di influenza.

Una buona alternativa possono essere anche i cerotti nasali.

Vi ricordiamo, come sempre, che i nostri consigli non sostituiscono in alcun modo quelli del medico di famiglia.

(fonte foto: morguefile.com)

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: