Come prendere la patente B da privatista

Avete deciso che è ormai giunto il momento di essere autonomi negli spostamenti e quindi di prendere la patente B per guidare l’automobile? Ci sono due possibilità: la prima è quella di iscriversi ad un scuola guida, dove il personale si incaricherà di tutte le pratiche, vi verranno impartite lezioni teoriche e pratiche e alla fine al superamento degli esami sarete patentati. Ottima e pratica opzione, ma molte volte troppo cara e impegnativa per il tempo perso.

La seconda opzione, più economica e che non vi vincola a lezioni ad orario fisso, è quella di prendere la patente B da privatista.

Come prendere la patente B da privatista

 

Questa seconda opzione è perfetta per chi preferisce studiare da solo in autonomia, ed è ottima se avete qualcuno di fiducia che possa insegnarvi a guidare nel modo più corretto. Tenete conto che il risparmio economico rispetto ad una scuola guida è davvero notevole.

Quali documenti sono necessari per prendere la patente da privatista e dove vanno consegnati

Per prima cosa dovete scaricare l’apposito modello TT2112 compilarlo accuratamente in ogni sua parte e consegnarlo presso l’Ufficio della Motorizzazione Civile più vicino a casa vostra.

Oltre alla compilazione del modulo dovrete presentare anche:

  • Attestazione del versamento di € 16,00 sul c/c 4028
  • Attestazione del versamento di € 16,00 sul c/c 4028 (per la prenotazione dell’esame)
  • Attestazione del versamento di € 15,00 sul c/c 9001
  • Attestazione del versamento di € 9,00 sul c/c 9001
  • Documento di identità in corso di validità in visione e relativa fotocopia integrale
  • 2 foto recenti formato tessera su fondo bianco ed a capo scoperto, su carta non termica
  • Certificato medico in bollo (e relativa fotocopia), con fotografia, la cui data non sia anteriore a 3 (tre) mesi, rilasciato da un medico di cui all’art. 119 del Codice della Strada
  • Per i cittadini extracomunitari é richiesta l’esibizione del permesso di soggiorno o carta di soggiorno in corso di validità. Tale documento dovrà essere esibito in originale anche in occasione dell’esame di teoria e di guida.

Troverete i bollettini postali pre stampati per i versamenti sopra elencati direttamente presso gli uffici della Motorizzazione, o anche presso gli Uffici Postali dislocati in tutt’Italia.

Una volta depositati i documenti necessari avrete 6 mesi di tempo per sostenere l’esame di teoria e conseguire il foglio rosa per fare pratica prima di conseguire la patente B, altrimenti la pratica dovrà essere nuovamente presentata e i bollettini pagati un’altra volta.

Nel caso veniate bocciati ad uno degli esami, potrete ripeterlo dopo un mese, ma se siete bocciati due volte di seguito dovrete, purtroppo presentare nuovamente tutta la documentata e inoltrare un’altra volta la domanda prima di poter conseguire la parente B. Se avete bisogno di un po’ di pratica cliccando qui troverete tutti i quiz patente B.

Una volta superato l’esame di teoria per la patente B da privatista, vi verrà consegnato il Foglio Rosa, un certificato che vi permetterà di guidare e fare pratica accompagnati da una persona maggiorenne che abbia la patente da almeno 10 anni.

La nuova regolamentazione, prevede comunque l’obbligano anche i candidati privatisti a sostenere almeno 6 ore di guida in presenza di un istruttore professionista per sostenere l’esame di guida. Si tratta di 6 ore di esercitazioni relative a situazioni specifiche :

  • guida in condizioni di visione notturna
  • guida su strade urbane di scrorrimento o su strade extraurbane secondarie
  • guida su autostrade o su strade extraurbane

 

Una volta che vi sentite pronti potrete sostenere anche l’esame di guida, e al termine, se l’esito sarà positivo, vi verrà immediatamente consegnata la Patente B.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: