Come pulire le candele di auto e moto

PIMG alt=”Come pulire le candele di auto e moto”
  dueruote.it A chi possiede una vettura o una /moto//, può capitare che improvvisamente non parta più. La
/Prima reazione// è di disperazione, perché non si conosce la causa di tutto ciò. In molti casi non c’è nulla di preoccupante, si tratta del /malfunzionamento delle candele//. A volte non è neanche necessario sostituirle ma può bastare una /semplice pulizia//, per garantire il
/Perfetto funzionamento del mezzo//.BRQueste sono
/Parti meccaniche// che vanno pulite ogni 10.000 Km. O seguendo le indicazioni riportate sul libretto di /uso e manutenzione//.BRVediamo insieme come pulire le /candele di auto// e moto!

/PP1 IMG alt=”Come pulire le candele di auto e moto”
  dueruote.it Per eseguire una /efficace pulizia// delle stesse, non correte ad acquistare costosissimi prodotti, ma sappiate che vi basta utilizzare ciò che già avete in casa come: uno straccio, una spazzola e un po’ di /alcool etilico//. Come prima cosa assicuratevi che il motore dell’auto o della /moto// non sia caldo. Nel caso in cui è bollente, fatelo raffreddare, eviterete così il pericolo scottature. BRSappiate che ogni candela è collegata a un cavo di alimentazione, quindi per non commettere errori, applicate sullo stesso un nastro adesivo e riportate il numero del rispettivo cilindro.BRAlla base di questo, staccate delicatamente i cavi di alimentazione.

/PP2 IMG alt=”Come pulire le candele di auto e moto”
  ilpuntomanutenzione.it Sfilate la pippetta e svitatela, con calma, in senso antiorario. Per facilitarvi in questa operazione potete adoperare una chiave a tubo di misura adeguata o nel caso di motociclo questa è in dotazione.BRSe non la sostituite da molto tempo, troverete cumuli di polvere. Allora muniti di uno straccio inumidito di petrolio, rimuoveteli.BRVerificate, inoltre, che l’estremità in ceramica sia perfettamente pulita.

/PP3 A questo punto avviate la pulizia della stessa che può avvenire in vari modi.  È possibile usare un
/Panno asciutto e ruvido//, una /spazzola con setole// in nylon duro o un vecchio spazzolino da denti imbevuto di benzina.  /Approfondimento// Come cambiare le candele della moto (clicca qui)/EM Scelto lo strumento spazzolandola o strofinandola toglierete le forme di grasso più persistenti.  Successivamente prendete un po’ di alcool etilico e bagnatela interamente.  Ancor più efficace è il lasciarla immersa per 3-5 ore, fino a quando le incrostazioni non si sciolgano.. 

/PP4 Asciugatela bene, magari adoperando dell’aria compressa e con una spazzola di acciaio pulite energicamente la testa morsettata fino a far uscire il lucido del metallo. Infine rimontate la candela, controllando la distanza tra gli elettrodi ed avvitandola in senza orario. Non stringete troppo altrimenti potreste rovinare la filettatura.BRControllate soprattutto se questa presenta delle impurità o dei depositi carboniosi opachi o neri, in tal caso chiedete aiuto al vostro meccanico di fiducia per evitare spiacevoli inconvenienti!

/PPLa sostituzione delle /candele//, sia per quanto riguarda le auto che le moto, è una … vai alla guida »

/PPLe /candele// per l’auto vengono distinte in base al loro /grado termico// che è la … vai alla guida »

/PPLe /candele// sono una /componente fondamentale// dei vostri motori. Soprattutto nel caso di /impianti GPL//, … vai alla guida »

/PPSono la parte essenziale, che garantisce il
/Perfetto funzionamento della vettura//. Dalla loro integrità e … vai alla guida »

/PPL’aria che viene aspirata dal /motore// di una moto, viene filtrata attraverso il /filtro dell’aria// … vai alla guida »

/PPCambiare le /candele dell’auto// è una cosa noiosa. Se lo si fa per la
/Prima … vai alla guida »
/P/
/PI contenuti di questo sito sono scritti direttamente dagli utenti della rete tramite la piattaforma O2O
/PO2O è il marketplace web di contentuti del gruppo Banzai

/PP© Copyright 2011 Banzai Media S.r.l. P. IVA 05791120966 Tutti i diritti riservati
/P
pa href=”http:/
/Pianetamotori.liquida.it/come-pulire-le-candele-di-auto-e-moto-23961.html” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento