Come realizzare un tappeto con tappi di sughero

A chi piace riciclare? Ci sono tanti piccoli oggetti che, una volta terminata la loro funzione d’uso, finiscono nel cestino nella spazzatura. Per altri, invece, questi oggetti possono essere riciclati e avere nuova vita. È il caso dei tappi di sughero, quelli che normalmente chiudono le bottiglie di vino e che una volta tolti vengono gettati. Ed invece oggi vi suggeriamo un modo simpatico per riciclarli realizzando un tappeto con i tappi di sughero.

Cosa occorre

Ecco ciò che vi serve per realizzare il vostro tappeto fatto di tappi di sughero:

  • tappi di sughero (in quantità variabile a seconda della grandezza che vorrete dare al vostro tappeto)
  • colla a caldo
  • seghetto
  • carta vetrata
  • tessuto cerato o un vecchio tappeto

Come procedere

Per prima cosa vi occorre una base per il vostro tappeto. Potrete optare per vecchio tappetino oppure procuravi un pezzo di tessuto cerato (solitamente si vendono a metro). A seconda alla grandezza della base del tappeto, dovrete procuravi i tappi di sughero necessari a coprire l’intera ampiezza: tenete presente che ogni tappo andrà diviso in due, quindi regolatevi di conseguenza.

Ora prendete il primo tappo di sughero e tagliatelo con il seghetto esattamente in due nel senso della lunghezza. Eseguite la medesima operazione anche con gli altri tappi. Ogni metà così ottenuta andrà limata con la carta vetrata, in modo tale da eliminare ogni tipo di irregolarità che, una volta sul tappeto, potrebbero rovinare l’estetica e la vostra stabilità.

Una volta che tutti i tappi sono stati tagliati e livellati, passate al certosino lavoro di incollaggio. Riscaldate la colla a caldo (assicuratevi di avere più di un bastoncino da impiegare perché ne occorrerà un bel po’ di colla) e stendete una riga sul lato livellato di ogni metà di tappo. Incollate subito alla base. Prima di procedere ad incollare i vostri tappi di sughero, è bene decidere che orientamento dare alla composizione: potrete optare per semplici linee orizzontali oppure creare qualche gioco di forme impiegando un po’ di tempo e pazienza in più.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Ti potrebbe interessare anche: