Come scegliere il colore esterno della casa

L’uso del colore in facciata deve essere attentamente controllato ed indirizzato, in relazione alla storia, allo stile e all’uso dei materiali dell’edificio.PBRIMG title=”Casa bianca” alt=”Casa bianca” Casa gialla /Piano del Colore//, ossia un documento a supporto di tecnici e progettisti, rappresentante un quadro generale di riferimento unitario, che fornisce indicazioni per le /tonalità// e gli /accostamenti// da utilizzare qualora si voglia tinteggiare la propria casa.

/PPBRIMG title=”Case greche” alt=”Case greche” /Paesaggio//.

/PPInoltre va fatta una valutazione sulla /storicità del manufatto//, ed una /valutazione// /di tipo cromatico// in merito a tutte le /superfici// che compongono il volume esterno (muri, serramenti, copertura, canali di gronda e pluviali, davanzali, inferriate o altri elementi presenti): di che colore sono i serramenti? E i davanzali? Queste tinte stonerebbero con il colore della parete che avevate ipotizzato?BRIMG title=”Case norvegesi” alt=”Case norvegesi” ”Facciata /Pitture al quarzo//,
/Pitture ai silossanici//,
/Pitture ai silicati//,
/Pitture a base di calce//,
/Pitture elastomeriche// e
/Pitture per cemento//. Inoltre, esistono anche /intonaci colorati//, di spessore compreso tra 0,5 e 1,5 mm, la cui suddivisione ripropone quella delle pitture (al quarzo, ai silossanici, ai silicati, alla calce ed elastomerici) ed i /rivestimenti materici//, prodotti che vengono applicati su una superficie murale a scopo decorativo e protettivo, aventi uno spessore superiore a quelli ottenuti nelle normali tinteggiature con l’utilizzo delle varie pitture. Anche per i rivestimenti la suddivisione viene fatta in base alla classificazione già adottata per le pitture (al quarzo, ai silossanici, ai silicati, alla calce ed elastomerici).
/PSi ricorda che i periodi migliori per realizzare un intervento di tinteggiatura sono quelli della
/Primavera// e dell’/autunno// evitando temperature inferiori a 5°C, evitando giornate di pioggia o vento. Così come pioggia e vento, anche il /sole// potrebbe creare dei problemi se la parete da trattare è esposta direttamente ai suoi raggi: è bene infatti evitare di tinteggiare la parete quando quest’ultima sia esposta al sole. La parete esposta ad ovest verrà tinteggiata al mattino, la parete esposta a nord in tarda mattinata, la parete esposta a est nel primo pomeriggio e la parete esposta a sud sarà tinteggiata verso sera. PLa prima operazione da compiere prima di passare alla tinteggiatura sarà un’energica /spazzolatura// per rimuovere le parti in parziale distacco, le/ impurità// e le /vecchie pitture// cedevoli. In questo modo sarà possibile anche scoprire quali siano state le precedenti tinteggiature e se opportuno, riproporle.
/P
pa href=”http://www.lavorincasa.it/come-scegliere-il-colore-esterno-della-casa/” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento