Dal Fai la campagna ‘Ricordati di salvare l’Italia’, un sms per il patrimonio

L’idea ? promossa in partnership con il Gioco del Lotto ultimo aggiornamento: 07 ottobre, ore 16:34Il presidente Carandini, il 10 per cento territorio e’ a rischio smottamenti, frane e alluvioni

condividi questa notizia su Facebook <
/P>Roma, 7 ott. (Adnkronos) – Proteggere e recuperare il territorio italiano strappandolo all’incuria e all’indifferenza. Questo l’obiettivo della sesta campagna varata dal Fai, il Fondo Ambiente Italiano con il sostegno del Gioco del Lotto, ‘Ricordati di salvare l’Italia’, una raccolta di fondi realizzata da oggi al 27 ottobre. Gli italiani sono invitati ad inviare un sms al numero 45592, sia dalla rete mobile sia da quella fissa, per sostenere l’impegno che, da anni, il Fai mette in campo per difendere il territorio italiano. La campagna, presentata oggi a Roma, fa leva su un messaggio forte e chiaro che vuole essere anche un monito: ‘I nostri figli rischiano di non vedere piu’ la bellezza di questi luoghi, ricordati di salvare l’Italia’. Al centro dell’iniziativa spicca la ‘Faimarathon’, una passeggiata non competitiva a tappe, adatta a tutti in programma domenica prossima in oltre 90 citta’. L’idea, promossa in partnership con il Gioco del Lotto, si concretizza in un itinerario tra le bellezze italiane per far riscoprire l’immenso patrimonio di cui siamo i custodi. Per l’occasione saranno organizzate visite a monumenti o siti paesaggistici in stato di abbandono. “Negli ultimi dieci anni -ha ricordato Andrea Carandini, presidente del Fai- 300mila ettari di suolo agricolo sono stati distrutti e basta un bicchiere d’acqua che nel frattempo altri 40metri quadrati sono finiti sotto il cemento”. Non solo. Carandini ha evidenziato anche che “il 10 per cento del territorio nazionale e’ ad alto rischio di smottamenti, frane e alluvioni, per non dire del rischio sismico”. “Per il presidente del Fai, inoltre, serve “in primo luogo un nuovo protagonismo della societa’ civile attraverso amministrazioni locali rigenerate e il libero agire di associazioni, fondazione e media. La politica- ha sottolineato Carandini- infine seguira’”. A mettere in luce le difficolta’ del recupero di interi territori e’ stato il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando: “Ci troviamo di fronte -ha spiegato- ad una battaglia improba. Siamo in una situazione in cui il nostro Paese rischia e la capacita’ di intervento pubblico e’ limitata. Le autorita’ di Bacino, dicono che per l’insieme degli interventi previsti, sarebbero necessari 40 miliardi di euro. Soltanto le emergenze ammontano a circa 11 miliardi di euro”. In questo quadro, ha evidenziato il titolare dell’Ambiente,”cio’ che possiamo ragionevolmente mettere in campo, segnando una controtendenza rispetto al passato, sono 500 milioni di euro. Credo che potremo parlare davvero di controtendenza se questi 500 milioni di euro non saranno una tantum ma diventeranno un fondo rimpinguato ogni anno. Accanto a questo e’ fondamentale anche il protagonismo, con forme di incentivo fiscale, dei privati”. Tra i diversi interventi messi in atto dal Fai spiccano quello nella Baia di Ieranto, a Massa Lubrense in provincia di Napoli, dove nel 1986 e’ iniziato un importante recupero paesaggistico-ambientale e quello realizzato nel Bosco di San Francesco ad Assisi dove sono previsti ulteriori interventi dopo l’apertura al pubblico nel 2011. Marco Magnifico, vicepresidente Esecutivo del Fai, ha ricordato anche il lavoro svolto nella zona dell’Abbazia di San Fruttuoso, a Camogli “dove sono stati recuperati i terrazzamenti di muretti a secco” che hanno permesso di frenare l’avanzata del dissesto idrogeologico in un’area fragile, minacciata da continue frane e smottamenti. Il Fai, inoltre, si e’ preso carico delle aree naturali a Punta Mesco, nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, in provincia di La Spezia. All’iniziativa del Fai si affianca il Gioco del Lotto che interviene con due proposte particolari. La prima, ‘Io Lotto per un’Italia piu’ bella. Tu che fai?’, e’ un concorso letterario che consente, dall’11 al 23 ottobre, di raccontare ‘l’Italia da non perdere’ attraverso la pagina di Facebook o il sito del Gioco del Lotto. Il tutto in 500 battute. Una speciale giuria scegliera’ il testo migliore premiando il vincitore con un week-end in una della dieci citta’ della Ruote del Lotto. La seconda nasce dalla collaborazione tra il Gioco del Lotto ed Instagramers Italia. Rendera’ possibile un challenge fotografico: gli italiani, insomma, potranno documentare gli angoli del nostro Paese che amano di piu’ tramite i loro scatti, che saranno poi postati su Instagram. A Bari, domenica prossima, sara’ di scena uno speciale Instawalk, una passeggiata con smartphone alla mano al posto della classica macchina fotografica. “Grazie ad una legge del 1996 – ha rimarcato Marzia Mastrogiacomo, direttore de ‘Il Gioco del Lotto’- abbiamo destinato in via continuativa gran parte delle entrate del Gioco del Lotto al nostro patrimonio. Dal 1998, con questa legge, sono stati destinati oltre 1,7 miliardi per la realizzazioni di oltre 600 interventi in tutta Italia. Il Gioco del Lotto si impegna con l’obiettivo di avvicinare la gente al nostro patrimonio rendendolo accessibile”. Deutsche Bank sostiene campagna Fai ‘Ricordati di salvare l’Italia’

View the original article here<
/P>

Lascia un commento