Decadenza, Berlusconi: “Sentenza politica, venerd

ultimo aggiornamento: 03 ottobre, ore 20:31Roma – (Adnkronos) – Il Cavaliere alla vigilia della decisione sulla sua decadenza da senatore, dopo la condanna definitiva per frode fiscale: “Fine del mio ventennio? Magari, cos? mi riposo”. E sulle divisioni nel Popolo delle libert? dice: “Nessun dissenso con Alfano. Non siamo un partito di plastica”

condividi questa notizia su Facebook <
/P>Roma, 3 ott. (Adnkronos) – “Domani non sar? in giunta al Senato, abbiamo presentato una memoria difensiva. E’ una sentenza politica”. Silvio Berlusconi alla vigilia della decisione sulla sua decadenza da senatore, dopo la condanna definitiva per frode fiscale, conferma la decisione di non essere presente. E a chi gli chiede se il voto in giunta rappresenter? la fine del suo ventennio replica: “Magari, cos? mi riposo”. Tornando poi al terremoto degli ultimi giorni nel suo partito, Berlusconi stempera e assicura che “il Pdl ? assolutamente unito, c’? solo qualche contrasto interno”. Clima sereno, stando al Cavaliere, anche con il segretario e capo dei ‘dissidenti’: “Vedo tutto questo dissenso sui giornali, ma io oggi sono stato due ore con Alfano. “Hanno sempre detto che il nostro ? un partito di plastica, senza interlocuzione. Io penso che ora ci sia solo qualche contrasto interno e questo partito abbia finalmente personalit?. Abbiamo personalit? autonome. Anche nelle mie aziende i collaboratori migliori sono quelli che un rapporto dialettico con i loro superiori. Del resto, non mi sono mai piaciuti quelli che in azienda sono sempre d’accordo con il loro capo…”. Quanto alla sua inversione di marcia sul sostegno a Letta, spiega: “Abbiamo votato la fiducia perch? abbiamo avuto assicurazioni sulle cose da fare da parte di Letta ai nostri ministri e nel suo discorso in aula”.

View the original article here<
/P>

Lascia un commento