Femminicidio, approvato decreto. M5S si astiene: ”E’ dl macedonia”

Roma, 9 ott. (Adnkronos/Ign) – Con 343 voti favorevoli su 363 presenti e 20 astenuti la Camera ha approvato il decreto legge contenente le norme contro il femminicidio. Il provvedimento, che dovr? essere convertito entro il 15 ottobre, passa ora all’esame del Senato. Il M5S si ? astenuto dal voto sul dl femminicidio perch? si tratta, a detta dei grillini, di “un decreto fritto misto” o “macedonia”. I deputati pentastellati, in particolare, puntano il dito sulle misure relative a Province, Tav e vigili del fuoco. “Abbiamo scelto di non votare il decreto macedonia sul femminicidio – spiega tra gli altri la deputata M5S Giulia Di Vita – perch? si tratta di un ricatto vergognoso!”. Una scelta attaccata dal Pd. “I grillini non votano la legge contro il femminicidio. Vergogna a 5 stelle”, scrive su twitter Matteo Orfini. Si tratta di un ”provvedimento importante” dice la relatrice Donatella Ferranti che, visti i tempi strettissimi, auspica che ”il Senato lo voti a tamburo battente. Se il decreto dovesse decadere sarebbe un passo indietro gravissimo

Lascia un commento