Marina Berlusconi tra le 25 donne pi

Marina Berlusconi (Adnkronos) Marina Berlusconi (Adnkronos) ultimo aggiornamento: 06 ottobre, ore 15:32Milano – (Adnkronos) – Il presidente di Fininvest unica italiana nella classifica stilata da ‘The Hollywood Reporter’, storica bibbia dello show business internazionale: ”Protagonista decisiva nel guidare abilmente la Fininvest in questo periodo di crisi”

condividi questa notizia su Facebook <
/P>Milano, 6 ott. – (Adnkronos) – Il presidente di Fininvest Marina Berlusconi ? tra le 25 manager pi? potenti al mondo nel campo della tv secondo The Hollywood Reporter, la storica bibbia dello show business internazionale, che l’ha inserita, unica italiana, nella prima edizione della ‘Most 25 Powerful Women in Global TV list’. Online da ieri sul sito web della testata, la lista premia ”le 25 manager pi? innovatrici” che ”sono riuscite ad adattarsi meglio ai rapidi cambiamenti del mondo dei media”. Nella lista compaiono insieme al presidente Fininvest, tra le altre, la figlia di Ruperth Murdoch, Elisabeth, presidente del gruppo australiano Shine; Cecile Frot-Coutaz, Ceo del colosso inglese Fremantle e Anke Shaeferkordt, co-Ceo del gruppo tedesco Rtl, il piu’ grande broadcaster televisivo d’Europa. Riguardo a Marina Berlusconi, l’Hollywood Reporter scrive: “Conosciuta comunemente come la figlia di Silvio Berlusconi, miliardario tycoon dei media e tre volte primo ministro italiano, Marina ? in realt? emersa come la protagonista decisiva nel guidare abilmente la Fininvest, holding di famiglia che controlla il gigante televisivo Mediaset, attraverso il difficile periodo economico che sta passando l’Italia”. Alla domanda dell’Hollywood Reporter su quale sia stata la decisione pi? difficile che ha dovuto prendere nell’ultimo anno, Marina Berlusconi ha risposto: “E’ stato necessario prendere alcune decisioni per i problemi causati dalla situazione economica in generale e del settore dei media in particolare. Decisioni difficili ma indispensabili per essere nelle condizioni migliori per poter sfruttare la ripresa”.

View the original article here<
/P>

Lascia un commento