Mario Romano Quartieri Jazz alla scoperta di Londra con il suo neapolitan jipsy jazz

L’appuntamento è per sabato 15 febbraio a partire dalle ore 19.30.

/PPLocation il suggestivo club Roof Gardens Tudor Marquee. A sceglierli Craig Nightingale, event manager ed organizzatore per il prestigioso marchio di lusso Virgin Limited Edition.BRIl risultato è una serata dedicata alle atmosfere avvolgenti del neapolitan jipsy jazz, dove confluiscono e si mescolano rumba, bossanova, bolero, fado, Mediterraneo e Mitteleuropa.BR

/PP07/02/14 – Una vecchia canzone folk recitava “Mamma dammi cento lire che in America voglio andare” ad indicare la voglia di scoprire nuovi orizzonti e darsi nuove possibilità di crescita.

/PPAnimato da questo spirito, Mario Romano Quartieri Jazz, scugnizzo napoletano, che si muove al di fuori dei ritmi prestabiliti, sbarca a Londra, capitale della multiculturalità per eccellenza, con il suo neapolitan jipsy jazz e la sua band.

/PPL’esordio internazionale avverrà sabato 15 febbraio, a partire dalle ore 19.30, al Roof Gardens Club – Tudor Marquee. A sceglierli Craig Nightingale, event manager ed organizzatore per il marchio di lusso Virgin Limited Edition.

/PPUn esordio che vuole rendere ancora più internazionale le note del neapolitan jipsy jazz dove si incontrano elementi di latin jazz, bossanova, flamenco, rumba, fado e bolero.

/PPLa melodia è tutta partenopea, mentre l’armonia affonda le sue radici nell’universo variegato del jazz con una pulsazione ritmica che emerge dal cuore del Mediterraneo.

/PPIl linguaggio dell’improvvisazione, poi, è quello tipico del jazz manouche.

/PPNe nasce un ritmo, molto raffinato, ma di impatto immediato e ampiamente godibile davvero per tutti, amanti del jazz, semplici appassionati e neofiti.

/PPUn jazz dalla forte radice territoriale, ma con lo sguardo rivolto oltre i confini, verso il resto del mondo.

/PPEcco perché, dopo la partecipazione a festival di calibro internazionale come il Teano Jazz Festival”, “Pozzuoli Jazz Festival”, “Teggiano Jazz Festival” “Bagnoli Jazz Festival”, ” Prata Jazz Festival “, ” Vittoria in Jazz” e molti altri, si è scelta con entusiasmo la tappa londinese.

/PPUn modo per far conoscere la parte positiva e propositiva di quella Napoli vociante ed attiva, spesso sbattuta in prima pagina come un “mostro”, tra criminalità e “monnezza”, ma che si dimostra capace di lottare e di essere fucina di talenti e di bellezze a 360 gradi.

/PPA vivere con Mario Romano e la sua chitarra manouche la prima tappa di quest’avventura saranno Emiliano Barella alle percussioni, Ciro imperato al basso, Gianluca Capurro alla chitarra classica e Luigi Esposito alla melodica.

/PPIl Roof Gardens Marquee è ubicato all’interno del Tudor Garden.

/PPLa band Mario Romano Quartieri Jazz si esibirà nell’ambito delle Saturday Sessions, serate di musica live, dedicate a valorizzare i nuovi artisti e quelli che già si sono affermati sulla scena internazionale.

/PPPer prenotare è possibile visitare il sito: HTTP://ROOFGARDENSCLUB.COM/ARTICLE/391/SATURDAY-SESSIONS

/PPPer cominciare ad immergersi nell’universo delle note di Mario Romano Quartieri Jazz:

/PPhttp://www.youtube.com/watch?v=5YuVXRpdfJs (video promo)BRhttp://www.myspace.com/quartierijazzmarioromano (I’universo musicale di Mario Romano Quartieri Jazz è anche su Spotify)BRhttp://www.youtube.com/user/marioromanoquartieri/videos (videos/live)BRhttp://www.youtube.com/watch?v=rgLZqan66ek (video Orkestrine – Cammen)BRhttp://www.youtube.com/watch?v=QeT4-_3U2jk (video Ensemble – E cerca e me BRcapì)BRhttp://www.youtube.com/watch?v=icCWPGExAhw (video Trio – Walzer alla Madonna)

/PPUfficio Stampa

/PPDr. ssa Tania SabatinoBRmobile: +393312086848BRe-mail: ufficiostampaquartierijazz@gmail.com BR

/PPBLink: http://www.quartierijazz.it/B
/PB©info/B Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? BRLeggi come procedere
pa href=”http://www.freeonline.org/cs/com/mario-romano-quartieri-jazz-alla-scoperta-di-londra-con-il-suo-neapolitan-jipsy-jazz.html” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento