Pareti e involucri performanti

Le pareti di un edificio esistente possono ridurre notevolmente le dispersioni e i ponti termici, grazie all’uso di tipi di isolamento performante e moderno.PBRLa progettazione di un edificio moderno non può prescindere dal considerare alcuni aspetti, strettamente legati al /comfort abitativo.// Un edifico oltre che bello deve per forza, ormai, essere performante. Ciò significa che tutte le sue parti devono essere ben progettate e strutturate in modo da rendere il manufatto confortevole.

/PPIMG title=”facciata ventilata, Citytiles” alt=”facciata ventilata, citytiles” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=350 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=263 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12313/data/BUGUGGIATE.jpg”Tra le parti comprese in un edificio, l’involucro è sicuramente una delle più importanti, sia che questo sia un manufatto esistente o di nuova costruzione. Tramite/ l’involucro//, infatti, è possibile regolare e anche /eliminare condense// e /dispersione di temperatura.// Le pareti e il pacchetto che le compone, sono l’elemento cruciale per garantire che un muro sia performante e in grado di sopportare abbassamenti di temperatura esterni o eventuali ponti termici che si formano nelle zone critiche.
/PI
/Ponti termici// sono quella parte della struttura che si crea in /un edificio// e in cui le caratteristiche termiche sono molto diverse rispetto al resto della struttura. Si possono combattere grazie alla creazione di un /involucro continuo,// e dotato di resistenza sufficiente, per contrastare i flussi di calore più rapidi. PIn questi punti, proprio per questa diversità, si formano muffe, condense e anche una riduzione pesante del potere isolante della parete. La formazione dei ponti termici avviene più frequentemente in punti di contatto, angoli o giunzioni di materiali diversi, in cui il raffreddamento delle zone vicine è più rapido.

/PPBRIMG title=”facciata performante, facciate in legno Bef” alt=”facciata performante, facciate in legno Bef” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=350 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=224 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12313/data
/Pareti-ventilate.jpg”Un modo per avere una riduzione e una risoluzione del problema dei
/Ponti termici,// è l’uso di un sistema d’isolamento a cappotto. Questo sistema consiste nel rivestire le pareti esterne dell’edificio in questione, con dei pannelli isolanti speciali, addossati alla parete e messi in opera mediante collanti o tasselli.

/PPL’uso dell’involucro a cappotto è essenziale per la riduzione del ponte termico e soprattutto per un miglioramento immediato del comfort abitativo. E’ anche però un buon metodo per ottenere nel tempo una/ riduzione delle spese// legate al riscaldamento dell’edificio e alla gestione del raffrescamento estivo.

/PPIl sistema a cappotto termico si basa sull’uso di questi pannelli particolari, sagomati e tagliati in modo tale da ricoprire tutta la superficie delle pareti dell’edifico in questione, per ottenere un involucro performante.

/PPI
/Pannelli sono coibenti// e vengono fissati con diversi metodi al muro. Successivamente questo viene rasato con colle specifiche e rivestito con una rete, solitamente in fibra di vetro, per poi essere rifinito con un effetto finale solitamente a intonaco nel colore prescelto.

/PPBRIMG title=”pacchetto facciata ventilata, facciateventilate” alt=”pacchetto facciata ventilata, facciateventilate” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=178 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=263 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12313/data/download.jpg”L’isolamento a cappotto viene usato per edifici esistenti e per migliorarne il comfort abitativo. Per questi ma anche per edifici di nuova costruzione, esiste un altro metodo: la /facciata ventilata//.BRLe facciate ventilate sono una tipologia costruttiva molto usata nel Nord Europa che contribuisce notevolmente al raggiungimento di un comfort abitativo ottimale.

/PPSi articolano solitamente per pacchetti, che comprendono una serie di materiali diversi che ricoprono la superficie delle pareti, dall’interno verso l’esterno, ma con un metodo di aggancio particolare. Il pacchetto è composto da uno/ strato di materiali altamente isolanti// e da un rivestimento resistente, realizzato di solito in alluminio, che viene agganciato al muro mediante un sistema di ancoraggio speciale.

/PPTra il supporto e il rivestimento si creano così delle intercapedini d’aria, in grado di generare una ventilazione benefica che, per effetto camino/EM, ovvero per una /differenza di pressione// che solitamente è superiore rispetto a quella dell’atmosfera, riduce le dispersioni all’interno dell’edificio e lo rende più performante. Il miglioramento della funzionalità dell’involucro raggiunge anche il 60% rispetto ad un muro classico, intonacato e con modalità di costruzione comune.

/PPL’uso della facciata ventilata è molto utile anche ai fini non solo di temperatura e di /riduzione dei costi di riscaldamento e raffreddamento,// ma anche ai fini acustici.

/PPI materiali che compongono il pacchetto che viene poi agganciato alla struttura di base, sono perfetti anche per ridurre i rumori e isolare l’interno dal traffico e dai suoni che provengono dall’esterno.

/PPL’estetica finale della parete ventilata può essere ottenuta in modi diversi. La scelta progettuale può ricadere su diversi materiali: abbiamo detto in origine che l/’alluminio// è tra i più gettonati, anche se i pannelli possono essere composti anche da /laminati plastici, pannellature ceramiche o anche in laterizio e vetro//, a seconda del progetto strutturale e architettonico di base prescelto.
/P
pa href=”http://www.lavorincasa.it/articoli/in/ristrutturazione
/Pareti-e-involucri-performanti/” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento