Presentazione MoviCo. 2014

Martedi 25 febbraio presso la Fondazione Catella si presenta la nuova edizione MoviCo. con grandi novità, panel e battaglie a colpi di spot per approfondire il tema dell’importanza del video come strumento di comunicazioneBR

/PP18/02/14 – Un nuovo sito ed una nuova veste grafica sono solo due delle tante novità di MoviCo. 2014 che presenteremo il 25 febbraio presso la Fondazione Catella durante l’evento aperto a tutti “Mai più senza video!L’importanza del video in una comunicazione integrata”.

/PPMoviCo. crede fermamente nell’importanza del video come leva strategica comunicativa e di marketing delle aziende, centrale nel Web 2.0.

/PPUn dato su tutti: la diretta su YouTube del salto di Baumgartner dalla stratosfera ha mandato in tilt i server del colosso mondiale, ha portato più di otto milioni di contatti allo sponsor Red Bull e ha ormai superato 35 milioni di visualizzazioni sulle ali dei Social Network. Parlare di marketing con i video significa parlare della principale piattaforma di diffusione: YouTube. E’ il terzo sito mondiale per traffico, dopo Google e Facebook, ma, soprattutto, il secondo motore di ricerca più importante alle spalle di Google, da cui è controllata. Ogni mese raggiunge 1 miliardo di utenti unici e distribuisce 6 miliardi di ore di video. Guida anche la rivoluzione mobile con 1 miliardo di video visti quotidianamente da tablet e smartphone.

/PPUna ricerca di Pixability ha evidenziato la crescita esponenziale dei video realizzati dalle aziende: solo le 100 marche più importanti del pianeta generano oltre 9.000 video al mese. Uno sforzo di produzione massiccio che, in otto anni, ha creato 258.000 video distribuiti su 1.378 canali (quasi 14 canali per ogni brand) con 9,5 miliardi di visualizzazioni. Le aziende stanno sempre più capendo che un video è un investimento a medio e lungo termine. Mentre un aggiornamento su Facebook ha una vita media inferiore a un giorno, un video raccoglie il 40% di visualizzazioni nelle prime tre settimane, spesso spinto proprio dai Social Network e dalle condivisioni, un altro 30% di visualizzazioni viene sviluppato tra 1 e tre mesi ma nei successivi nove mesi un video raccoglie un ulteriore 30% di visualizzazioni. Merito, questo, anche dell’indicizzazione e della crescente integrazione tra Google, YouTube e Google+. Non solo: i video, così come le immagini, sono un potente motore di condivisione e viralizzazione. I contenuti video hanno una probabilità superiore di 53 volte di raggiungere la prima pagina dei risultati di Google rispetto ad altri tipi di contenuti (siti aziendali, blog, immagini, ecc.). Inoltre chi è stato esposto a un video di prodotto ha una tendenza a convertire in acquisto superiore dell’85% rispetto a chi non lo ha visto. Infine l’integrazione dei video nei siti aziendali è una buona idea non solo in termini di risultati di ricerca ma anche perché rappresenta il contenuto più richiesto dagli utenti.

/PPNon a caso, come dimostrano i dati ASSOCOM, Associazione Aziende di Comunicazione, sul mercato degli investimenti pubblicitari del 2013, solo la digital adv è in crescita (+ 5,7 %), crescita sostenuta da formati video (+ 15% con un valore stimato di 170 milioni di euro) e mobile (+ 20 % con un valore stimato di 50 milioni di euro). Anche per quanto concerne la comunicazione esterna, l’unico trend positivo è il Video Out Of Home (+8,5 %).BR

/PPBLink: http://www.facebook.com/events/211911579015508//B
/PB©info/B Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? BRLeggi come procedere
pa href=”http://www.freeonline.org/cs/com
/Presentazione-movi-co-2014.html” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento