Risparmiare energia coi piccoli elettrodomestici

Accorgimenti utili per un utilizzo consapevole di piccoli elettrodomestici casalinghi quali aspirapolvere, ferro da stiro, asciugacapelli e macchina del caffè.PBRQuando si parla di contenimento dei consumi di energia elettrica in casa si fa spesso riferimento agli /elettrodomestici bianchi// (frigorifero, forno, lavatrice, ecc.), per i quali ormai ci siamo abituati a consultare l’/etichetta// /energetica// in occasione di nuovi acquisti, ed in parte anche agli /elettrodomestici neri//, ossia quelli per la riproduzione e registrazione di immagini e suoni (televisore, lettori DVD, impianti hi-fi, ecc.).

/PPIMG title=”piccoli elettrodomestici” alt=”piccoli elettrodomestici” /Piccoli elettrodomestici//. Sono definiti piccoli elettrodomestici gli apparecchi di piccole dimensioni che si utilizzano in casa, come ferro da stiro, asciugacapelli, rasoio, aspirapolvere, frullatore, tostapane, ecc. Vista l’incessante comparsa sul mercato di nuove apparecchiature e modelli, la categoria non è chiusa, ma si rinnova e si amplia in continuazione.
/PI piccoli elettrodomestici, se non usati con oculatezza, rischiano di pesare sulla bolletta in modo consistente. Quali sono allora i /comportamenti// /virtuosi// da adottare per risparmiare energia elettrica con questi elettrodomestici? PC’è innanzitutto una regola generale che vale per qualsiasi tipologia di apparecchio. Se abbiamo attivato con il nostro fornitore di energia elettrica un contratto con tariffa bioraria, è preferibile, quando possibile, utilizzare i piccoli elettrodomestici nelle fasce orarie più convenienti.

/PPBRIMG title=aspirapolvere alt=aspirapolvere src=”http://www.comefar.it/wp-content/uploads/2014/02/wpid-1535740172.jpg” width=300 height=199 pagespeed_url_hash=”652177405″La potenza elettrica media di un’/aspirapolvere// è generalmente molto elevata (da 1100 a più di 2000 watt). Quando compriamo un’aspirapolvere tendiamo a ritenere che la sua potenza elettrica corrisponda alla sua capacità di aspirazione. Purtroppo così non è, perché la /capacità di aspirazione// dipende in parte dalla potenza elettrica, ma anche dalle spazzole, dal tubo aspirante, dal sistema di filtraggio, ecc. Per effettuare un acquisto intelligente sarebbe così ideale poter leggere sulla confezione sia il valore della potenza elettrica (espressa in watt) che la capacità di aspirazione (in KPa, ossia kilo Pascal). Attualmente però non tutti i costruttori dichiarano la capacità di aspirazione poiché non obbligati, pertanto l’uso oculato dell’elettrodomestico diventa la strategia migliore per risparmiare energia elettrica.

/PPCome prima indicazione bisognerebbe far uso dell’aspirapolvere solo quando si rende necessaria al posto della scopa e impostarla alla potenza minima (ovviamente quando possibile). È poi importante sostituire i /filtri// regolarmente, seguendo le indicazioni della ditta produttrice.

/PPBRIMG title=”ferro da stiro” alt=”ferro da stiro” riciclo /Produzione e lavorazione. È allora importante non buttare i piccoli elettrodomestici nella spazzatura indifferenziata, ma smaltirli secondo le modalità previste nel vostro Comune di residenza. Oltre a risparmiare energia si contribuirà anche ad evitare conseguenze negative per l’ambiente e la salute.
/P
pa href=”http://www.lavorincasa.it/articoli/in/fai-da-te/risparmiare-energia-coi-piccoli-elettrodomestici/” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento