Sfruttare la forza del vento

PFin dai primi momenti della sua vita l’uomo ha sfruttato le risorse che l’ambiente circostante gli ha offerto, il sole, l’acqua, l’aria. Con il passare del tempo e l’innovazione tecnologica, si è cercato di capire come sfruttare al meglio queste risorse puntando a salvaguardare l’/ambiente//.BRIl /vento //e il suo movimento danno origine all’/energia eolica//. Infatti attraverso lo spostamento di /masse d’aria //da una zona di alta pressione a una di bassa pressione, si genera /energia//, un particolare tipo di energia che prende il nome di /energia eolica//, che si identifica con quella cinetica.

/PPBRIMG title=”energia del vento” alt=”energia del vento ” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=223 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=335 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12130/data/112707890.jpg”Il /vento// in natura ha una grande importanza, infatti viene sfruttato dagli uccelli per volare, dalle piante per l’impollinazione e, insieme alle correnti marine, genera le onde del mare, dall’uomo il vento invece viene utilizzato per produrre/energia//il primo strumento costruito dall’uomo per sfruttare il /vento// è stato il mulino che ancora oggi viene utilizzato in molti paesi del nord Europa. Il /mulino a vento //attraverso un sistema di pale in movimento, produce /elettricità //tramite un generatore. Piano piano poi sfruttando questo principio così semplice si è passati alla produzione di /energia //su larga scala. BRSe si produce /energia pulita// attraverso lo sfruttamento del vento, si possono avere una serie incredibile di benefici soprattutto in termini economici basti pensare al fatto che un watt di energia prodotta grazie al vento costa circa 1,5 euro contro i 5 della normale energia.

/PPBRNegli ultimi anni, quando si parla di
/Produzione di energia //si cerca sempre di guardare alla /salvaguardia del pianeta//, ovvero produrre /energia//, cercando di apportare quanto meno danni possibili all’ambiente che ci circonda. Il /costo dell’energia //è andato sempre aumentando, quindi uno dei principali obiettivi dell’uomo è quello di risparmiare.
/PIl principio che ci permette di ricavare /energia elettrica dal vento //è molto semplice e si basa sul /movimento delle pale //delle eliche, dovuto appunto al /soffiare del vento//, con una velocità più o meno alta. Queste pale sono collegate ad un generatore e trasformano l’energia meccanica che si genera a seguito della loro rotazione in energia elettrica. Un impianto di questo tipo prende il nome di impianto di aerogeneratori. PQuesto sistema viene oggi utilizzato per produrre /energia elettrica//su larga scala, ma riuscire ad utilizzare l’/energia eolica// anche in casa, potrebbe servire per la salvaguardia del nostro pianeta permettendoci nel contempo di vivere meglio. Per realizzare questo sistema bisognerebbe installare delle ventole, ovviamente di piccole dimensioni, sul tetto della nostra abitazione così da produrre ed immagazzinare energia.

/PPIMG title=”risparmio economico dovuto all’eolico” alt=”risparmio economico dovuto all’eolico” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=232 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=291 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12130/data/dv1693002.jpg”L’/energia /
/Prodotta infatti soddisferebbe a pieno il fabbisogno della singola abitazione, permettendoci allo stesso tempo di rivendere alla rete l’/energia /
/Prodotta in eccesso. In questo modo il singolo utente otterrebbe un doppio vantaggio, ovvero un immediato risparmio per quanto riguarda la bolletta, poichè questa si ridurrebbe alle sole spese di gestione senza contabilizzare il consumo e potrebbe essere addirittura un guadagno legato alla vendita dell’/energia /
/Prodotta in eccesso alla rete. L’/impianto eolico //nell’immaginario collettivo è pensato come un impianto dalle enormi dimensioni, costituito da imponenti pale poste in zone piuttosto alte e ventose.

/PPMa la moderna tecnologia, invece ci ha permesso di ottenere impianti adatti alle abitazioni, quindi di ridotte dimensioni, che possono essere installati con molta semplicità sui tetti delle case e dei palazzi.BRIMG title=”impianto eolico” alt=”impianto eolico” src=”C:\wamp\www\abs\Auto Blog Samurai\data\comefar\rsscomefarfaidate2\gif” width=265 onload=pagespeed.lazyLoadImages.loadIfVisible(this); height=275 pagespeed_lazy_src=”http://media.lavorincasa.it
/Post/13/12130/data/147985040.jpg”BRTecnicamente l’/impianto eolico// non è nient’altro che una serie di turbine ad asse verticale, che al loro interno presentano una serie di magneti, i quali sono capaci di catturare l’energia del vento nel suo punto massimo, ovvero quando soffia più forte, cioè ad una velocità maggiore. Queste turbine sono capaci di produrre fino a 1500 kwh l’anno di energia e possono funzionare anche in condizioni di /vento// lieve, quindi parliamo di velocità molto basse. La struttura di questo tipo di /impianto eolico ridotto//è stata studiata in modo da non rischiare che le pale si spezzino e quindi volino sulle altre abitazioni.

/PPL’/energia eolica//, rientra tra le fonti di /energie rinnovabili// che sono disponibili in natura;in alternativa all’/energia eolica// è importante sapere che si può sfruttare anche l’/energia solare//, oppure quella idrica. Se si passa ad una di queste /fonti alternative//, si fa una scelta ben precisa che ci permetterà non solo di /salvare l’ambiente// ma anche garantire un futuro migliore alle nuove generazioni.
/PArticolo: Sfruttare la forza del ventoBRValutazione: 0 / 6 basato su 0 voti.
pa href=”http://www.lavorincasa.it/articoli/in/impianti/sfruttare-la-forza-del-vento/” target=”_blank” rel=”nofollow”View the original article here/a
/P

Lascia un commento