Sit-in Rai, scontro su Fico. Pd-Pdl-Sc: deve dimettersi. La replica: “Resto”

ultimo aggiornamento: 08 ottobre, ore 14:26Roma – (Adnkronos/Ign) – Il presidente della commissione di Vigilanza: “Continuer? a mettere massimo impegno sulla trasparenza”. A innescare lo scontro le dimissioni di Piero Martino (Pd) presentate alla presidente della Camera Boldrini a seguito di ‘Occupy Rai’: “Non ha pi? i requisiti di imparzialit?”

condividi questa notizia su Facebook <
/P>Roma, 8 ott. (Adnkronos/Ign) – “Non presenter? le mie dimissioni. Voglio continuare a lavorare, come ho fatto finora. E chiedo a tutti, nell’onest? intellettuale massima, di non utilizzare nella vita politica due pesi e due misure”. Il presidente della commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico, risponde cos? a chi ha invocato le sue dimissioni dopo la partecipazione al sit-in a Viale Mazzini e alla manifestazione ‘Occupy Rai’ al fianco di Beppe Grillo la scorsa settimana. “Ho messo il massimo impegno non solo sulla trasparenza, ma anche nel dare la possibilit? a chi vuole lavorare in questa commissione di lavorare al meglio”. La tensione in Commissione di Vigilanza Rai ? alta. A innescare lo scontro le dimissioni di Piero Martino, dimissioni che il deputato del Pd ha presentato alla presidente della Camera, Laura Boldrini, dopo aver chiesto, e ottenuto, che venisse letta la sua lettera di dimissioni. Una scelta maturata a seguito di ‘Occupy Rai’, quando a ‘occupare’ viale Mazzini c’era anche il presidente della commissione di Vigilanza. Un atto inaccettabile per Martino che aveva garantito che si sarebbe dimesso nel caso in cui Fico non avesse lasciato l’incarico. Fico ? rimasto al suo posto e stamattina Martino ha presentato le dimissioni. “Onorevole presidente – si legge nella lettera di dimissioni di Martino – vista la manifestazione-irruzione presso gli uffici Rai del 30 settembre, che ha visto protagonista il presidente della commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, onorevole Roberto Fico, ritengo che lo stesso non abbia pi? i requisiti di imparzialit? per presidere la commissione. Ho chiesto pertanto nei giorni scorsi le sue dimissioni. In assenza delle suddette, sono del parere che la commissione, da oggi, non possa correttamente svolgere le funzioni ad essa assegnate dalla legge. Per tali motivi, con la presente, le comunico di rassegnare le mie dimissioni”. Dopo le lettura della lettera di Martino, in commissione si ? acceso un dibattito vivace in cui sia Bonaiuti e Gasparri del Pdl che Marazziti di Scelta Civica hanno sollevato il problema della permanenza del grillino alla guida della Vigilanza. Immediata la replica dei grillini. “? un mondo al contrario, i disonesti che chiedono agli onesti di andarsene, che vergogna!” scrive Riccardo Nuti, deputato M5S ed ex capogruppo a Montecitorio, sul blog di Beppe Grillo. “Se dovesse servire – annuncia Nuti – sono pronto ad incatenarmi davanti la Camera”. Il post del deputato grillino ? stato prontamente rilanciato da Beppe Grillo: “I partiti contro Roberto Fico”, ha scritto in un tweet il leader M5S. Ed ? partito il ‘mailbombing’ in difesa del presidente della commissione. A lanciare l”attacco’ informatico ? il deputato M5S Riccardo Fraccaro. “Fico vuole liberare la Rai e i partiti che l’hanno occupata chiedono le sue dimissioni! – denuncia Fraccaro in un tweet – scriviamo io sto con Fico a ‘[email protected]'”.

View the original article here<
/P>

Lascia un commento